Video lezione 2: “soppressione delle informazioni”

soppressione

L’ingegnere…

L’emisfero sinistro, è un ingegnere. Oltre ai processi linguistici, è competente nei processi sequenziali e nella percezione e gestione degli eventi che si susseguono nel tempo. Ed è qualificato nella percezione analitica della realtà.

 

… e il poeta

L’emisfero destro invece, è un poeta.  È specializzato nell’elaborazione visiva, nella percezione delle immagini, nella loro organizzazione spaziale e nell’interpretazione emotiva: ad egli spetta la percezione globale e complessiva degli stimoli.

 

Parte seconda: gli strumenti

I medici psicologi parlano di strumenti. Quando dicono “a questa persona mancano gli strumenti”, significa che il soggetto in questione, materialmente, non ha la capacità di discernere e analizzare il problema specifico. Poiché gli mancano i collegamenti neuronali all’interno del cervello.

 

Parte terza: lobotomizzazione del cervello

“Il lato sinistro [del cervello], il quale domina la società moderna, ha a che fare con ciò che è razionale, analitico, legato al giudizio e verbale. Il lato destro riguarda ciò che è creativo, artistico, intuitivo, visivo ed emozionale. […] Il sistema didattico è quasi interamente volto alla parte sinistra del cervello e, ciò che stimola il lato destro, è relegato in fondo alla lista delle priorità e seguita [tuttora] a essere ridotto”. (Citazione di David Vaughan Icke).

 

È tutto impostato

Tutta l’alimentazione (eccesso di zuccheri – coca cola, aranciata – e grassi) e le dipendenze (giochi, slot machines e “gratta e vinci”, dagli acquisti, fumo, droga, alcool, etc.). L’inquinamento sconsiderato dell’ambiente con onde elettromagnetiche (TV e cellulari). E l’educazione sociale, scolastica e i credi religiosi: è tutto esasperatamente improntato allo sviluppo e amplificazione del solo lato sinistro. Ci fanno sviluppare solo parte del cervello. Ma è il lato destro che ci da la visione d’insieme e ci permette di trovare soluzioni laddove la parte analitica fallisce: disattivano quella parte strettamente legata alle emozioni, empatia, amore, preoccupazioni per il prossimo e alla visione d’insieme e noi, diveniamo incapaci di sentire la sofferenza, nostra, ma specie quella dei bambini.

 

L’incapacità di giudizio

È questa “l’incapacità di giudizio” di cui si parla oggigiorno. Ed ecco perché molti non distinguono il vero bene dal vero male, e non riescono a liberarsi da paure e condizionamenti: non sono in grado di farlo, poiché gli manca metà della loro mente, cioè, il resto gli strumenti.

 

Parte quarta: il risveglio della coscienza

Ci han fornito lo strumento più potente dell’Universo: la mente umana. Nella mente, hanno inserito un numero definito di pezzi, come i tasselli di un puzzle. La vera e genuina coscienza, e quindi la saggezza e l’intelligenza, funziona solo se tutti i tasselli, o quantomeno i più importanti, sono al posto giusto. Il progetto di schiavizzazione umana partito oltre duemila anni or sono, ha previsto la soppressione di alcuni strumenti/lezioni/esercizi che ogni individuo dovrebbe fare per acquisire tutte quelle potenzialità che, una volta sviluppate, consentono di prendere decisioni in maniera autonoma e di distinguere il vero bene dal vero male.

Continua…

Seguimi

Rimani aggiornato

Author: MKDeS

Lascia un commento