Video lezione 2: “soppressione delle informazioni”

soppressione

Osservando…

Guardando le varie culture, agli occhi di chi scrive, non sfugge che questi, i potenti, abbiano deciso a tavolino cosa togliere dall’insegnamento, finendo per plasmare pensieri e opinioni di gruppi etnici e popolazioni. Faccio un esempio per spiegarmi meglio:

[I tasselli nella mente sono un numero X, diciamo venti. Affinché i tasselli vadano a collocarsi correttamente nella mente umana, sono necessari un numero predeterminato di lezioni/ragionamenti/esercizi, diciamo cento, e sono numerati da uno a cento. A quel punto, per la cultura cristiana, hanno soppresso le lezioni da uno a dieci, per quella araba da undici a venti, e così via. Ovvio che, i primi posti dove sono intervenuti sono l’educazione sociale e la scuola: siamo sempre più settorializzati nei lavori e nello studio, come mai? Comunque, già questa soppressione (o suddivisione) è in grado di generare una coscienza deviata. Laddove la coscienza deviata produceva quesiti irrisolti o malfunzionamenti e crash del sistema operativo imposto, sono state inserite delle patch, delle pezze vere e proprie, cioè un’ulteriore deviazione della coscienza: nazionalismo, religione, fondamentalismo, i gruppi sociali (g. trans, omosex, punk, rock e quelli dello sport, come il calcio); il denaro (differenza tra ricchi e poveri), le paure (spese), i sogni (casa e famiglia) e così via.
Ecco la lobotomizzazione/soppressione.]

 

E quindi cosa accade?

Per chiarirci, vi siete mai sentiti dire che i libri di psicologia e/o filosofia sono difficili da comprendere, o appannaggio di pochi? Ecco, quello è un esempio di coscienza deviata: convincendovi d’essere incapaci, v’impediscono di cercare le informazioni che consentirebbero di migliorarvi. Il sistema è impostato affinché il cervello non sviluppi adeguatamente tutte le sue parti, poiché solo una mente funzionante al 100%, sviluppa un sé cosciente.

 

Ma comunque…

Ma comunque, nella coscienza deviata, c’è un problema di fondo: la mente è una scatola con pezzi predeterminati al suo interno e riceve scossoni nella vita (il dialogo/confronto con altre persone e culture) e, per quanto si possa negare, prima o poi, questi pezzi si collocano al posto giusto, attivano la parte dormiente del cervello e si ha ciò che è definito ”risveglio della coscienza”. Allora cominciano i veri problemi, poiché l’individuo inizia a pensare in maniera difforme e si sa, tutto ciò che non è conforme, tutti quelli che ragionano diversamente, sono fuori dal gruppo e dalla società, e sono pazzi, strani, freak, malati, e vanno curati, allontanati, fatti morire da soli e con vergogna.

 

Altri esempi

[Immagino stiate ancora arrancando sulla soppressione delle informazioni. Se io dico “Oggi non andrò a casa”, per ribaltare la frase mi basta eliminare una sola parola: “non”. Applicate questo semplice concetto a tutto il resto e capirete quanto possa essere deviata la società attuale, dopo duemilaottocento anni, dal suo percorso originario!
Altro esempio. La matematica insegna che 1 + 1 è uguale 2. Ma la scienza moderna ha dimostrato da oltre un decennio che quando due forze si uniscono, generano una potenza che è sempre superiore alla somma delle due forze che l’hanno generata. Allora come fa 1 + 1 a fare 2?

 

Ancora esempi

[Se chiedete ad una persona: “tu pensi che il tuo stato d’animo possa essere influenzato dalla Luna?” Probabilmente vi sentirete rispondere “no”. Ma la Luna smuove le maree: migliaia e migliaia di tonnellate d’acqua. Come può NON influenzare il corpo che è formato per il 98% d’acqua?
È lo stesso principio per cui gli scienziati della scienza accademica ufficiale, affermano che nel nostro cervello, solo il 3% è importante, il resto è (testuali parole) “DNA spazzatura” (Cit. David Icke). Ma voi pensate davvero che questo “Dio”, ci abbia fornito una mente che è per il 97% immondizia?
No, poiché queste sono informazioni fornite dalle stesse persone interessate a mantenere lo Status Quo!
Ecco, ora lo avete compreso: Neo svegliati, questa è una Matrix.]

 

Parte quinta: l’area rettiliana (solo un piccolo anticipo)

Conseguentemente all’educazione settorializzata e incompleta, divenendo meno empatici, si sviluppa quella che è definita “area rettiliana”. Essa codifica per istinto di sopravvivenza: se parlate con un giudice, avvocato, poliziotto o qualsiasi altro che non abbia un senso del sé e non sia stato educato ad usare entrambi gli emisferi (vera e genuina coscienza), nel momento in cui cercate di farlo ragionare, ne attiverete l’area rettiliana, che lo farà essere distante dalla realtà e lo porterà infine, a difendere la propria posizione.

 

Fonte dell’articolo

L’articolo è stato integrato con frammenti del mio secondo libro “FanKulo agli IDIOTI”, Nenna Matteo Editore, febbraio 2018.

Compralo su StreetLib

Seguimi

Rimani aggiornato

Author: MKDeS

Lascia un commento