“Desnuda”, disegno

Titolo Opera

“Desnuda”, Disegno

Descrizione

Disegno “Desnuda” – Titolo originale “Riflesso”

Disegno fatto a matita su foglio carta A4, 85gr., delicatissimo, non protetto. 

 

La storia

Inizialmente, il disegno era stato concepito come un riflesso: una donna che si specchiava e, nello specchio,  un uomo. Riflesso della dualità dell’autrice, Androgina: una parte femminile, l’altra maschile. 

 

Uno dei tanti

Infatti, l’autrice ha manifestato la sua doppia identità in molte opere: il conflitto interiore l’ha accompagnata tutta una vita. È possibile osservare questo stato in molti suoi quadri e disegni, come “La luna nel pozzo” e “Il Faro”. Ma anche nelle sue poesie, come “Calimero”.

Questo disegno non è stato mai inserito in nessun libro, né è mai stato pubblicato su nessuna rivista o giornale, se non sulla sua pagina personale FaceBook di bozze.

 

La tratteggiatura visibile

Il riflesso nello specchio. I tratti visibili sono il riferimento per l’altra immagine,  quella maschile, che non è stata realizzata.

 

Androgina

La transessualità è stata vissuta dall’autrice come momento drammatico: la sofferenza amplificata per perdita di valori e famiglie, unita ai ricordi devastanti dell’infanzia, ne fecero perdere la vera identità.  Dopo un percorso di valorizzazione della sua persona e, essendo accanita lettrice oltre che autrice dei suoi tomi, la naturale evoluzione della sua mente, l’ha portata a definirsi “Androgina”, o comunque, non corrispondente alla dualità imposta.

 

Scheda

Disegno “Desnuda”, realizzato il 24 dicembre 2015.

Disegnato interamente a matita, delicatissimo, non protetto.

Seguimi

Rimani aggiornato